Migliori macchine da caffè manuali di Ottobre 2019: recensioni, opinioni, prezzi, confronti

1
2
3
4
5
Bialetti Smart Macchina da caffè Espresso per Capsule in Alluminio
De'Longhi EC 685 Dedica, Macchina per caffè espresso manuale, 1350 W
DeLonghi EC 685 M Macchina per caff? Espresso Manuale, 1350 W, 15 bar, Acciaio Inossidabile
De'Longhi EC 201.CD.B Macchina per il Caffè, 15 bar, 1100W, colore Nero
De'Longhi ECOV311 Macchina per Caffè Espresso con Pompa
Bialetti Smart Macchina da caffè Espresso per Capsule in Alluminio
De'Longhi EC 685 Dedica, Macchina per caffè espresso manuale, 1350 W
DeLonghi EC 685 M Macchina per caff? Espresso Manuale, 1350 W, 15 bar, Acciaio Inossidabile
De'Longhi EC 201.CD.B Macchina per il Caffè, 15 bar, 1100W, colore Nero
De'Longhi ECOV311 Macchina per Caffè Espresso con Pompa
9
8.8
8.8
8.6
8
-
-
-
-
De'Longhi
Bialetti Smart Macchina da caffè Espresso per Capsule in Alluminio
Bialetti Smart Macchina da caffè Espresso per Capsule in Alluminio
9/10
54,80 €da 39,99 €
De'Longhi EC 685 Dedica, Macchina per caffè espresso manuale, 1350 W
De'Longhi EC 685 Dedica, Macchina per caffè espresso manuale, 1350 W
8.8/10
147,75 €da 142,99 €
DeLonghi EC 685 M Macchina per caff? Espresso Manuale, 1350 W, 15 bar, Acciaio Inossidabile
DeLonghi EC 685 M Macchina per caff? Espresso Manuale, 1350 W, 15 bar, Acciaio Inossidabile
8.8/10
De'Longhi EC 201.CD.B Macchina per il Caffè, 15 bar, 1100W, colore Nero
De'Longhi EC 201.CD.B Macchina per il Caffè, 15 bar, 1100W, colore Nero
8.6/10
De'Longhi ECOV311 Macchina per Caffè Espresso con Pompa
De'Longhi ECOV311 Macchina per Caffè Espresso con Pompa
8/10

A chi non piace gustare un buon caffè, magari come quello del bar? Di primo mattino, al termine del pranzo, o quale break di metà giornata, è infatti un piacere a cui raramente si riesce a dire di no. E perché non assaporarlo nella comodità della propria abitazione, come e quando più si preferisce? Acquistando una macchina da caffè manuale – di quelle con il braccetto e il pannarello per preparare il cappuccino – ciò ora è possibile: nonostante la grande popolarità della macchina da caffè a capsule, più pratica nell’utilizzo, solo quella manuale garantisce infatti un caffè “doc”, da poter preparare da sé, adagiando e pressando il caffè stesso all’interno del braccio. Per un espresso intenso e cremoso. Volendo entrare più “nel merito” del funzionamento, un serbatoio d’acqua, di cui la macchina è fornita, si scalda al momento dell’accensione; si introduce la polvere di caffè nel filtro e la si pressa, agganciando poi il filtro alla macchina. Premendo infine un apposito pulsante, parte il flusso d’acqua bollente che filtra attraverso il caffè.

Come scegliere la migliore macchina da caffè manuale

Ideale per coloro i quali privilegiano l’espresso fai da te e la libertà di scegliere personalmente la polvere da usare, la macchina da caffè manuale rappresenta una “miniatura” di quella che si trova nei bar. Divenuta col tempo irrinunciabile per i cultori del caffè, è disponibile in diverse tipologie e con diverse funzionalità, così da soddisfare le esigenze di ciascun individuo. E presenta, talora, un design accattivante che la rende anche un gradevole elemento di arredo nella propria cucina. Ma come scegliere il “migliore” apparecchio? A cosa fare riferimento? Intervengono, sul punto, ben precise caratteristiche – o meglio parametri – da considerare con attenzione ai fini di un acquisto ottimale, che non lasci delusi. Ce ne occupiamo nei paragrafi che seguono.

Struttura e materiali

La struttura va tenuta in conto non solo ai fini dello spazio disponibile ad “ospitare” il dispositivo in oggetto – considerandone dunque l’altezza, la larghezza e la profondità – ma anche per una questione di comodità e di praticità d’uso. Anche il peso non andrà sottovalutato, qualora si desideri spostare la propria macchina da caffè manuale per pulire la superficie da lavoro, ad esempio. Rientra nella struttura – come meglio vedremo in seguito negli accessori – pure il vano “scalda tazze”, presente in alcuni modelli, che offre la possibilità di poggiare appunto le tazzine, tenendole al caldo prima di riempirle di caffè.

Importanti in sede di acquisto sono ovviamente i materiali, perché indice – come nella maggior parte degli elettrodomestici – di qualità e maggiore durata nel tempo: alluminio, acciaio inox ed ottone costituiscono i materiali maggiormente adoperati per il corpo della macchina in oggetto. E, come è facilmente intuibile, variando la lega varieranno anche la solidità e la “mole” della macchina stessa, nonché la fascia di prezzo corrispondente.

Da sottolineare anche l’importanza dei meccanismi interni dell’apparecchio, poiché saranno a contatto con acqua e temperature elevate, così come del materiale con cui è realizzato il beccuccio per l’erogazione del vapore per il cappuccino: un pannarello in acciaio sarà più longevo di uno in plastica.

Pressione e serbatoio

I prodotti appartenenti alla tipologia in oggetto vedono quale principio del loro funzionamento la pressione: al loro interno una pompa spinge l’acqua dal serbatoio nella caldaia, ove è riscaldata sino ad una temperatura di 90°, per poi essere trasferita al filtro. E la buona riuscita del caffè deriva proprio da detta pressione: un caffè pregiato e dal buon sapore è assicurato da una pressione tra i 12 ed i 15 bar.

Anche il serbatoio dell’acqua ha un ruolo di tutto rispetto, dal momento che una maggiore capacità comporterà una minore frequenza nel riempirlo. In generale una macchina da caffè manuale assicura mediamente almeno 0.8L di capienza, ma ovviamente si può optare per un modello dal serbatoio maggiore, in grado di contenere 1 o 2 litri di acqua.

Portafiltro e filtri aggiuntivi

Determinante per ottenere un caffè con una buona crema, il portafiltro è disponibile in due tipologie, pressurizzato e non pressurizzato. Il primo è fornito di un dispositivo per erogare il caffè solo al raggiungimento della pressione ideale, così da assicurare una buona cremosità. Il secondo, invece, presente in ogni macchina da caffè manuale dei bar, necessita di una certa esperienza per assicurare il massimo risultato, prevedendo l’introduzione nel filtro della giusta quantità di caffè, pressata e macinata adeguatamente: è infatti quello utilizzato da “esperti del settore”, capaci, da soli, di realizzare un espresso “robusto” e cremoso.

Anche eventuali filtri aggiuntivi concorrono alla scelta del migliore apparecchio: solitamente sono in dotazione per preparare caffè in dose singola, o doppia e, talora, con l’adattatore per le cialde.

Funzioni

Sebbene ci siano macchine da caffè manuali a tazza singola, la maggior parte degli apparecchi appartenenti a questa tipologia contempla la possibilità di servire due tazze di caffè alla volta. Quasi sempre presente, poi, è un sifone che può spruzzare vapore o erogare acqua calda: nel primo caso, per scaldare e realizzare latte schiumoso per realizzare il cappuccino (il pannarello, come anticipato ad inizio trattazione), nel secondo, per preparare tisane e tè. Un’apposita manopola regolerà l’apertura di detto sifone, che tutto aperto lascerà uscire l’acqua calda, più chiuso, invece, spruzzerà vapore.

Accessori ed optional

Sebbene non numerosi, gli accessori svolgono un ruolo determinante, perché la loro presenza fa del modello scelto un modello completo su tutti i punti di vista. Oltre ai precitati filtri aggiuntivi, vanno sottolineati i liquidi per decalcificazione, in dotazione in alcuni modelli. Un buon consiglio, poi, è quello di valutare l’acquisto di un macinacaffè, generalmente non compreso nell’apparecchio: il caffè in chicchi, infatti, ha un costo inferiore a quello in polvere, mantenendo intatto il suo aroma sino alla macinatura (cosa che invece non accade con quello macinato, che perderà gradualmente il suo gusto all’apertura del barattolo o del sacchetto).

Gradito optional è poi il vassoio scalda tazze – di cui si è fatta precedente menzione – presente in tutti i modelli da bar e talora anche in quelli casalinghi. Quid plus della macchina da caffè manuale, infine, è la possibilità di lavorare senza alcun problema con tazze di diversa altezza, in particolare con quelle da cappuccino, più alte.

Prezzi e marche specializzate

Variabili in base al modello, alla qualità dei materiali ed alle funzioni extra offerte, i prezzi vanno generalmente da circa 120-130 Euro sino a 300 Euro ed oltre. Sono, tuttavia, valori puramente indicativi: si cadrebbe infatti in errore se si ritenesse – sempre e comunque – una cifra più bassa come sinonimo di qualità scadente. Bisogna invece chiedersi come mai un dato apparecchio abbia un costo di tot volte superiore ad un altro. E la risposta è quanto mai ovvia: a titolo esemplificativo, una macchina da caffè manuale che non contempli il pannarello per il cappuccino costerà senza dubbio di meno di una che ne è fornita.

Chiarita la “questione prezzi”, c’è da chiedersi verso quale brand rivolgersi per un acquisto giusto. Presto detto: De’Longhi, Saeco, Gaggia ed Ariete sono i nomi di riferimento, nomi conosciuti ed affidabili, che garantiscono affidabilità ed assistenza in fase post-vendita, sia per quanto concerne la celerità del servizio di assistenza clienti, sia la reperibilità di eventuali pezzi di ricambio.

Classifica Migliori Prodotti

Back to top
Apri Menu
Top3 Elettrodomestici